rss
scopri i 12 itinerari,
tra i basolati romani, imponenti cattedrali, abbazie, castelli,
siti archeologici, parchi, riserve e aree naturalistiche incontaminate

Santa Marinella - Area Archeologica di Pyrgi - La Via Aurelia

Santa Marinella, sala espositiva dell'Antiquarium di Pyrgi (archivio fotografico Soprintendenza per i Beni Archeologici dell'Etruria Meridionale)

Pyrgi è il nome latino della città etrusca che sorgeva sulla costa presso l'attuale castello di Santa Severa. Anticamente era il porto di Cerveteri e fu un fiorente centro di commercio finché gli Etruschi furono forti sul mare. Nel 384 a.C. fu distrutta dalla flotta di Dionigi di Siracusa e dopo alcuni decenni divenne colonia romana. Nel 1957 alcuni scavi archeologici hanno portato alla luce un'estesa area sacra con un tempio tuscanico a tre celle, abbondanti frammenti di terrecotte da sovrapporsi alla copertura lignea e un altorilievo che rappresenta una gigantomachia in proporzione di tre quarti rispetto alle misure reali. Nel 1964 furono scoperte le famose Lamine di Pyrgi, con iscrizioni etrusche e fenicie, dedicate alla dea Astarte, che documentano la presenza e forse la preminenza punica in territorio etrusco. Il piccolo Antiquarium costruito nell’area antistante il castello raccoglie un’ampia documentazione grafica e fotografica dello scavo del santuario, e molti dei materiali rinvenuti nel corso degli scavi.

Indirizzo
Via Aurelia (SS 1) km 52 - Santa Marinella (RM), fraz. Santa Severa, loc. Pyrgi
Telefono
0766570194
Informazioni

E-mailmuspyrgi@tiscali.it

Orari
mar-dom ore 9.00-13.00 e 15.00 -17.00
Nei mesi di luglio e agosto: mar-dom ore 10.00-13.00; 17.00-20.00 e 21.00-24.00
Chiuso il lunedì

Categoria
Beni archeologici
Multimedia